Chi sono?

Ciao! Sono Francesca, una piccola (piccolissima) artigiana che, dopo aver esplorato diverse arti, si è data alla ceramica. Ho scoperto che lavorare l'argilla mi permette di fare ciò che amo di più: dare forma alle mie fantasie e vederle crescere. Le mie ceramiche avranno sicuramente dei difetti, non è la perfezione che ricerco, ma un tocco di poesia in mezzo all’imperfezione. Abipo è il nome che ho scelto, significa “abitare poeticamente il mondo” e nasce dalla lettura di un libro che mi ha letteralmente cambiato la vita. Abitare poeticamente dovrebbe essere un mantra da ripetersi ogni giorno, il nostro scopo ed è il mio modo di vivere la realtà. Quando qualcosa mi piace molto mi viene da dire che è "poesia". Ma io non amo la poesia nella sua forma canonica. Mentre adoro letteralmente la poesia che si incontra per strada; sulle colline, dove vivo e lavoro; nelle parole scritte su carte pregiate o su ritagli di giornale e negli oggetti dimenticati. Mi appassiona tutto ciò che può essere fatto con le mani e trasformato in qualcosa che non era. Se sceglierai una delle mie ceramiche spero possa regalarti un pizzico di poesia.